• banner 1
  • banner 2
  • banner 3
  • banner 4
banner 11 banner 22 banner 33 banner 44
Wordpress Carousel by WOWSlider.com v4.8m
 
 
 
 
 
 
A  B  C  D  E  F  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  X  Y  Z  
 
Behaviorismo: (dall'inglese behaviour, comportamento) vedi comportamentismo.   
 
Benzodiazepine: psicofarmaci che appartengono alla classe maggiormente utilizzata nel trattamento sintomatico dell'ansia, di qualsiasi origine.  
 
Betabloccanti: tipologia di farmaci che agiscono sul sistema nervoso simpatico provocando una diminuzione del ritmo cardiaco e della pressione arteriosa. Vengono impiegati per alleviare alcuni sintomi tipici dell'ansia.  
 
BFQ: Big Five Questionnaire, ossia un questionario di personalità sviluppato in Italia che si proprone di indagare 5 grandi aree della personalità: energia, amicalità, coscienziosità, stabilità emotiva, apertura mentale.  
 
Biofeedback: procedura che fornisce alla persona informazioni in tempo reale sulle modificazioni della propra attività muscolare, della temperatura cutanea, della frequenza cardiaca, della pressione arteriosa e di altre funzioni con lo scopo di ottenere un controllo volontario di tali funzioni.  
 
Bisogno: identifica la interdipendenza tra gli organismi viventi e l'ambiente. Il bisogno è uno stato di carenza che spinge l'organismo a rapportarsi con il suo ambiente al fine di colmarlo.  
 
Bradicinesia: rallentamento generalizzato dell'attività motoria.  
 
Bulimia nervosa: Disturbo mentale che si manifesta con costanti abbuffate caratterizzate sia dal mangiare in un definito periodo di tempo (es. due ore), una quantità di cibo significativamente maggiore di quello che la maggior parte delle persone mangerebbe nello stesso tempo in circostanze simili, sia dalla sensazione di perdere il controllo durante l'episodio (es. sensazione di non riuscire a smettere di mangiare o a controllare cosa e quanto si sta mangiando). I bulimici ricorrono ad inappropriate condotte compensatorie al fine di prevenire l'aumento di peso, come vomito autoindotto, abuso di lassativi, diuretici, enteroclismi, digiuno o esercizio fisico eccessivo.  
 
Burn-out: è il risultato patologico di un processo stressogeno che colpisce coloro che esercitano professioni di aiuto quali psicologi, psichiatri, assistenti sociali, infermieri. Provoca un lento logoramento psicofisico dovuto alla incapacità di sostenere e gestire l'enorme quantità di stress provocato dal loro lavoro.  
 
A  B  C  D  E  F  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  X  Y  Z  
 
 
 
 
Dr.ssa Veronica Andreini   
Psicologo - Psicoterapeuta - Specialista in Neuropsicologia dello Sviluppo  
cell.: 3356695554    e-mail: andreiniva@inwind.it    AREZZO  
 
Copyright 2013 Dr.ssa Veronica Andreini - Via Roma 7 - 52100 AREZZO - p.iva 02037100514