• banner 1
  • banner 2
  • banner 3
  • banner 4
banner 11 banner 22 banner 33 banner 44
Wordpress Carousel by WOWSlider.com v4.8m
 
 
 
 
 
 
A  B  C  D  E  F  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  X  Y  Z  
 
Narcisistico (disturbo di personalità): disturbo di personalità caratterizzato da una modalità pervasiva di grandiosità, necessità di ammirazione, e mancanza di empatia. Gli individui con questo disturbo di personalità hanno un senso grandioso di autostima, sovrastimano abitualmente le proprie capacità, ed esagerano i propri talenti, apparendo spesso vanagloriosi e presuntuosi. Possono spensieratamente presumere che gli altri attribuiscano lo stesso valore ai loro sforzi, e possono risultare sorpresi quando non giungono le lodi che si aspettano e che sentono di meritare. Questa patologia comporta un sentimento esagerato della propria importanza e idealizzazione del proprio sé - ovvero una forma di amore di sé che, dal punto di vista clinico, è falsa - e difficoltà di coinvolgimento affettivo. La persona manifesta una forma di egocentrismo profondo di cui non è di solito consapevole, e le cui conseguenze sono tali da produrre nel soggetto sofferenza, disagio sociale o significative difficoltà relazionali e affettive. 
 
Narcolessia: disturbo caratterizzato da eccessiva sonnolenza durante il giorno. Si sospetta che la malattia o la predisposizione a svilupparla possano essere una caratteristica ereditaria trasmessa dai genitori ai figli. 
 
Narcotico: qualunque sostanza naturale o sintetica derivata dall'oppio, che allevia il dolore, produce sonno e altera lo stato d'animo. Vedi anche i disturbi indotti da sostanze
 
Nativismo (Piaget): approccio teorico che considera innate le strutture mentali. 
Negazione (psicoanalisi): meccanismo di difesa primitivo consistente nel negare un aspetto spiacevole della realtà esterna. 
Neurofibromatosi: anomalia genetica che causa danni al sistema nervoso centrale e periferico, e di conseguenza anche ritardo mentale. 
Neurolettico: farmaco ad azione sedativa sul sistema nervoso, usato negli stati maniacali, schizofrenici e psicotici. Ha un effetto molto più potente dei sedativi normali, in quanto attenua l'aggressività, riducendo progressivamente i disturbi psicotici cronici e acuti.Neurotrasmettitore: sostanza chimica che si trova nel sistema nervoso e permette la trasmissione degli impulsi tra i neuroni. 
Nevrosi (psicoanalisi): malattia mentale dovuta ad una conflittualità fra le istanze della personalità - Io, Es, Super-Io - che trova il proprio equilibrio (per quanto patologico) con modalità (ansie, fobie, ecc.) che comportano una inadeguatezza nell'adattamento dell'individuo.Si distingue dalla psicosi soprattutto per la minor gravità e il miglior rapporto con la realtà. 
Neuropsichiatria: fusione in un'unica disciplina dello studio delle malattie mentali e nervose. 
Nicchia ecologica: luogo in cui si realizzano i fattori ambientali convenienti ad una specie animale. 
Noradrenalina: neurotrasmettitore del sistema nervoso centrale la cui alterazione pare avere implicazioni nella depressione e nella mania. 
 
A  B  C  D  E  F  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  X  Y  Z  
 
 
 
Dr.ssa Veronica Andreini   
Psicologo - Psicoterapeuta - Specialista in Neuropsicologia dello Sviluppo  
cell.: 3356695554    e-mail: andreiniva@inwind.it    AREZZO  
 
Copyright 2013 Dr.ssa Veronica Andreini - Via Roma 7 - 52100 AREZZO - p.iva 02037100514